Pescatori allo stremo

Oggi assemblea della Legapesca e un presidio davanti all'Assessorato regionale alla Pesca

19 dicembre 2002
"Nel resto d'Italia i pescatori hanno avuto riconosciuto dall'Ue le indennità per il fermo pesca del 2001 e del 2002 e per la mucillagine, in Sicilia tutto rimane fermo, nel vago e nel generico".

Lo sostiene il presidente regionale di Legapesca, Giancarlo Costa.

"Gli operatori del settore sono allo stremo - aggiunge Costa - niente progetti imprenditoriali, sebbene finanziati dallo Sfop; tagli al settore nella legge finanziaria regionale e nessuna azione per il ripristino della rete denominata "ferrettara"; mancato decollo del secondo piano di riconversione delle "spadare"; nessun incentivo per la pesca-turismo e l'ittiturismo".

"Con amarezza - continua Costa - la Legapesca s'interroga se non siano maturate tutte le condizioni affinché i pescatori siciliani non facciano sentire la propria voce con opportune azioni di mobilitazione".

Legapesca ha convocato un presidio per oggi alle 10, sotto la sede dell'assessorato regionale alla Pesca (previste circa mille persone provenienti da tutta l'Isola), "per decidere - conclude Costa - quali iniziative intraprendere".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 dicembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia