Quei burloni degli inglesi

Scherzo telefonico a Downing Street: ''Chiama Tony a questo numero è urgente''

26 febbraio 2002
Il cuore del governo britannico, il numero 10 di Downing Street a Londra, è stato vittima di una gigantesca burla telefonica. All'origine dello scherzo un sms, un messaggio di testo inviato sui telefoni cellulari che esortava i destinatari a "telefonare urgentemente a Tony al seguente numero".

L'unico dettaglio che il messaggio non rivelava è che il Tony in questione era Tony Blair, Primo ministro britannico e che il numero apparteneva niente meno che al suo ufficio, per l'appunto al numero 10 di Downing Street.

Una valanga di telefonate ha quindi invaso, nell'ultima settimana, i centralini dell'ufficio che già di norma riceve migliaia di chiamate al giorno, rendendo indispensabile l'inserimento di una segreteria telefonica "filtro" che dice: " Salve. Questo è il centralino di Downing Street. Lei sta ascoltando questo nastro registrato a causa dei messaggi burla che sono in circolazione che chiedono al destinatario di chiamare questo numero urgentemente. Se lei non ha un motivo per chiamare Downing Street, la preghiamo di riattaccare subito".

Dopo l'inserimento della segreteria al numero incriminato un portavoce ha spiegato: "L'aumento delle chiamate ha creato molti problemi al team di operatori che lavora al centralino e che devono svolgere un lavoro molto delicato".

"Dovevamo fare qualcosa per proteggerli" ha aggiunto.

Gli scherzi telefonici sono piuttosto diffusi nel Regno unito, e non solo, ma è la prima volta che viene preso di mira il Primo ministro del Paese. Inoltre in questo caso c'è lo zampino della tecnologia, secondo la sicurezza di Downing Street, infatti, i messaggi vengono inviati con un metodo che permette di raggiungere migliaia di telefoni cellulari contemporaneamente. Il sistema è noto, lo aveva utilizzato anche il partito Laburista britannico durante le ultime elezioni, per chiedere agli elettori di sostenere il governo.

Fonte: CNN

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia