Stanziati 77.500 euro per i familiari delle vittime di mafia

20 agosto 2002
L'assessore regionale agli Enti locali ha stanziato 77.500 euro in favore dei familiari delle vittime della mafia e del crimine organizzato.

La somma rientra nei fondi che la legge 20 del 1999 destina a "persone innocenti" che "in ragione della loro qualità personale o dell'esercizio di attività lavorativa, professionale, politica, sindacale, sociale o culturale, risultino vittime di azioni della criminalità commesse in Sicilia".

Il contributo può andare da un minimo di 2582 euro a un massimo di 51645 euro per ciascuna richiesta. Nel 2001 sono state definite e liquidate due richieste per complessivi 119 milioni di vecchie lire.

Nel primo semestre del 2002 sono quattro le pratiche finanziate.

A ricevere il sostegno dell'assessorato saranno i familiari di Salvatore Schiazzano, morto nel corso di una rapina nel 1986, i congiunti di Antonino Ferreri, deceduto come Schiazzano durante l'assalto al suo esercizio commerciale di Monreale sempre nel 1986, i familiari di Antonino Seidita, ucciso da una banda di malviventi nel corso di una rapina nel 1985 e la figlia di Francesco Abela assassinato durante una rapina nel suo negozio di Siracusa. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 agosto 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia