Strade di Sicilia: Pa-Me e Ct-Sr le priorità dell'Assessore ai LL.PP.

29 agosto 2001

Il presidente del Consiglio ha annunciato l'intenzione di trasformare l'Italia, e il Mezzogiorno in particolare, in "un cantiere aperto per superare il gap infrastrutturale del Sud".

L'assessore regionale ai Lavori pubblici, Guglielmo Scammacca della Bruca, valuta positivamente le dichiarazioni del presidente del Consiglio ed anticipa alcune delle sue prime iniziative: "tirare fuori i progetti che per anni sono rimasti chiusi nei cassetti, puntare al completamento dell'autostrada Palermo-Messina e alla definizione, in tempi rapidi, della Catania-Siracusa".

Risolvere, l'emergenza idrica che da sempre attanaglia lo sviluppo e mortifica il semplice vivere civile nell'isola.

E ancora "dare concretezza all'asse viario centrale della Sicilia, con la realizzazione di una strada che colleghi S.Stefano di Camastra e Gela, di cui esiste al momento soltanto un progetto di massima".

Scammacca della Bruca ribadisce, infine, la "necessità di coniugare legalità e sviluppo, prendendo nettamente e senza ambiguità le distanze da qualsiasi tentativo di condizionamento dalla criminalita".

"Questo - spiega - non significa bloccare lo sviluppo nell' isola ma creare le condizioni di miglioramento della Sicilia ed occupazione tenendo gli occhi aperti".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

29 agosto 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia