A Stromboli nuovi strumenti per monitorare la zona eruttiva

Forniranno ulteriori dati relativi agli spostamenti del versante

29 gennaio 2003
In arrivo nuovi strumenti per il monitoraggio della Sciara del Fuoco a Stromboli.

Ieri il Centro operativo avanzato del Dipartimento della Protezione civile dell'isola ha proceduto a posizionare dei "traguardi" (specchietti puntati da un riflettore che servono a verificare lo spostamento del terreno) lungo la Sciara.

Essi forniranno ulteriori dati relativi agli spostamenti del versante attraverso un sistema di triangolazione topografica che affiancherà le altre attività di monitoraggio.

I sopralluoghi fatti a Stromboli dai tecnici dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia sia da terra che con un sorvolo in elicottero lungo la zona della Sciara del Fuoco e nella zona sommitale del vulcano hanno evidenziato la stabilità delle due bocche eruttive alle quote di circa 550 e 500 metri.

I flussi lavici che partono dalle due bocche si suddividono in quattro bracci.
Dalle osservazioni risulta una lieve diminuzione della portata del flusso lavico da entrambe le bocche.

Ieri sono stati registrati 25 eventi ad alta frequenza, la maggior parte dei quali associabili a piccoli movimenti franosi, dai sismografi collocati nella zona della Sciara del Fuoco. Sempre dai dati rilevati ieri, dopo una settimana di osservazioni, è stato registrato, per alcuni strumenti, un trend di movimento del versante della Sciara che varia tra i 2 ed i 5 centimetri.

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

29 gennaio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia