Apocalisse Incendi

Nell'Isola in cinque mesi distrutti 238 ettari di terreno, nella Penisola un incremento del 440%

09 luglio 2002
Trecentottanta incendi: in cinque mesi in Italia sono arsi 19.269 ettari di terreno, un'estensione pari a 20.000 campi da calcio, di cui 10.724 ettari di bosco, con un aumento grave e preoccupante del numero degli incendi e degli ettari bruciati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (roghi aumentati del 330%: sono stati 553 nel 2001, sono 2.380 nel 2002. Più 440% di superficie bruciata: 3.564 ettari nel 2001, 19.269 nel 2002).

Particolarmente colpite sono state le regioni Piemonte (514 incendi), Calabria (320), Lombardia (355) e Liguria (314), ma non c'è regione che non abbia avuto ampie zone devastate dalle fiamme. Solo nei primi cinque mesi dell'anno dunque, il fuoco ha percorso ampie zone della Penisola, da Nord a Sud, isole comprese.

Ma è il periodo compreso tra luglio ed agosto quello più pericoloso.
Nel 2001 sono stati 3.986 i roghi tra luglio (1.359) e agosto (2.627): una vera e propria catastrofe ambientale che sembra assumere proporzioni sempre più vaste.

In Sicilia nei primi cinque mesi del 2002 sono scoppiati 29 incendi, che hanno interessato una superficie di 238 ettari, con una media di 8,2 ettari circa ad incendio.
Il dato siciliano è comunque ben distante da quello di regioni come Piemonte (514), Lombardia (355), Liguria (314) e Calabria (320).

Agghiacciante.
 
Fonte: GdS

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 luglio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia