Etna: la pioggia vulcanica giunge fino a Siracusa. Chiuso per ore l'aeroporto di Fontanarossa

Impossibile stare al mare.

24 luglio 2001

L'Etna continua a dominare. Da sabato notte a domenica pomeriggio una pioggia di cenere vulcanica è caduta sui centri catanesi e siracusani.

Il popolo delle spiagge si è visto costretto alla ritirata, i più testardi hanno preferito ripararsi sotto gli ombrelloni, comunque la solita domenica a mare è andata in fumo!

Scogliere impraticabili a parte, la pioggia nera a messo in ginocchio l'aeroporto di Fontanarossa, chiuso per tre ore a causa del sottile strato vetroso che si era depositato sulla pista. Fortunatamente per i viaggiatori, i disagi non sono stati eccessivi.

La pioggia ha continuato a cadere, ad intermittenza, sino a tarda sera sui paesi alle pendici dell'Etna, tra i più colpiti Nicolosi, Pedara, Trecastagni, Viagrande, Valverde, Zafferana.

Qui il sindaco, costretto ad annullare anche lo spettacolo programmato all'anfiteatro comunale, ha emesso un'ordinanza di pulizia straordinaria per rimuovere dalle strade e dalle piazze la cenere.
A Valverde, invece, lo spettacolo di apertura dell'estate si è svolto senza problemi.

I forti venti di alta quota hanno trasportato la polvere nera ad un centinaio di chilometri da Catania. Così domenica mattina, anche Siracusa e i centri del siracusano si sono svegliati ricoperti dalla cenere dell'Etna caduta tra la notte di sabato e le prime ore di domenica.

Ieri pomeriggio la pioggia vulcanica ha smesso di cadere su Catania e sui paesi, fatta eccezione per Zafferana. Le continue esplosioni, comunque, non lasciano presagire nulla di buono.

Fino ad ora, non si sono registrati incidenti stradali gravi. Tuttavia dai vigili urbani arriva l'invito alla massima prudenza, soprattutto per i motociclisti.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 luglio 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia