Gintilissimi signuri

Staiu scrivennu n Sicilianu apuuntu pi prutesta contru a Cummisioni Affari Custituziunali da Cammara

13 marzo 2002


Riceviamo da un "siciliano d'America"
questa lettera che, indipendentemente
dalla eventuale condivisione dei contenuti,
ci sembra rappresenti un "atto d'amore" e di rispetto
nei confronti delle radici, dell'identità
e della memoria dell'essere siciliani




Gintilissimi signuri,

Staiu scrivennu n Sicilianu apuuntu pi prutesta contru a Cummisioni
Affari Custituziunali da Cammara, ca appruvo` a pruposta liggi di Allianza
Naziunali di fari u Talianu a lingua ufficiali di la Ripubblica.

Ne` li Grechi, ne` li Cartaginisi, ne` li Rumani e mancu l¹Arabi o li Nurmanni,
li Francisi o li Spagnoli, pruibberu a li Siciliani di parrari la so lingua. 
Tutti foru tulliranti, dopu avilli abbruciatu cu tassi, di lassari i Siciliani n
paci nta li so tradizioni e nta la so lingua.

N Sicilia si parro` u Grecu, u Latinu e puru l¹Arabu, ma li radici e li
carattiristichi Siciliani, nta la lingua, arristaru sempri vivi.  Sempri, finu a
n certu puntu, e veni a diri finu a l¹unificazioni di la Sicilia cu l¹Italia.  A
stu puntu Camillu Bensu di Cavour nun sulu nni subbisso` di tassi ma nni mpuniu
puru la lingua Taliana.

Comu si chistu nun avissi abbastatu, arriva Mussolini e pruibisci a li maistri
di parrari n Sicilianu nta li classi di scola (e no sulu lu Sicilianu).

Di novu, mi pari chi la cosa si rinnova cu n¹avutra liggi o na dirittiva di lu
ministru di la Pubblica Struzioni nta lu 1954-55 ( nun mi ricordu di precisu
l¹anno ne` lu nomu di lu ministru), di nun parrari lu Sicilianu nta li classi di
scola e di scuraggiari li sturenti a parrari Sicilianu.

Ma nsumma nun a` statu abbastanza chiddu chi nn¹a` fattu lu guvernu cintrali nta
140 anni e cchiu`, ora nni avi a livari puru la lingua?  Ma chi fannu sti
diputati Siciliani a Roma, sparti di pigghiarisi a busta minsili? E chi fannu
tutti i diputati da Rigioni Siciliana, sparti di fari  favuri a amici e parenti?
Ma, dicu, nn¹avi nuddu orgogliu naziunali? E sentu diri Sicilianu!  Ma sti
diputati Siciliani a Roma e n Palermu a canuscinu a storia Siciliana? U sannu
d¹unni vinemu nuatri? U sannu cu semu?  Sunnu iddi chiddi chi annu a struiri u
populu e fallu orgugliusu di li so radici.

Si nun si movi nuddu, la ririta` chi nni lassaru li nostri patri chi tantu
suffreru pi amuri di sta Isula, chi ficiru li Vespiri pi nsignarinni comu si
guaragna a libbirta`, damu raggiuni a chiddi chi vonnu ripudiari la libbirta` chi
Mussolini nn¹avia livatu e chi custo` tantu sangu di figghi di mamma pi
riacquistari.  A vidiri st¹apatia Siciliana versu u nostru passatu brillanti, mi
vennu i lacrimi a l¹occhi. Ma cu quali curaggiu si dormi?

Un Sicilianu  nt¹America

-----------------------------------------------

La Redazione è disponibile a pubblicare mail, opinioni, commenti, con l'auspicio di creare un continuo scambio con gli utenti di Sicily4you.   
Sicily4you si riserva il diritto di accorciare le mail  giunte in Redazione - impegnandosi a non alterarne lo spirito - per esigenze d'organizzazione redazionale.
La pubblicazione dei contributi non implica l'automatica condivisione dei contenuti da parte della Redazione.


 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

13 marzo 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia