Ridotta la scorta a Orlando; revocata quella a Giuseppe Lumia e Claudio Fava

A niente sono valsi gli appelli al prefetto, Renato Profili, e all'ex questore, Oscar Fioriolli, ora a Genova

06 settembre 2001
Leoluca Orlando viaggiava scortato dal gennaio dell'80, dall'indomani, dell'uccisione di Piersanti Mattarella; era accompagnato dappertutto da due auto blindate con cinque agenti di polizia e aveva il presidio dei vigili urbani e la bonifica autobomba sotto casa.

Il livello di protezione all'ex sindaco di Palermo adesso è stato drasticamente ridotto; da deputato regionale circola infatti con un'auto blindata della Regione, con un solo poliziotto a bordo.

I vertici del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza hanno anche privato completamente della protezione l'ex presidente della commissione antimafia, Giuseppe Lumia e l'ex segretario regionale dei Ds, Claudio Fava, figlio del giornalista ucciso dalla mafia a Catania, scortato fino alla settimana scorsa. Fava ha ricevuto in passato minacce di morte dal clan Santapaola.

Entrambi sono stati privati di ogni protezione.

"Si tratta di una decisione ponderata - dicono in prefettura - presa dopo un attento esame della situazione".

A niente sono valsi gli appelli al prefetto, Renato Profili, e all'ex questore, Oscar Fioriolli, ora a Genova.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 settembre 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia