Un aeroporto accanto alla casa di Sciascia

A giorni il progetto di massima sarà esaminato dal Consiglio comunale

17 giugno 2003
Fra le righe de "Le Parrocchie di Regalpietra" e in "Occhio di Capra" si può scorgere quel legame quasi viscerale fra Leonardo Sciascia e la sua casa di campagna, dove lo scrittore siciliano trovava quell'ispirazione e quella tranquillità che gli consentivano di dar sfogo alla sua arte. Immersa fra le colline di Racalmuto, quella villetta presto potrebbe essere sorvolata da aerei di linea e voli charter.

Nei progetti, infatti, la pista di atterraggio sorgerà a meno di cento metri dalla casa di contrada Noce, il 'buen retiro' dello scrittore, tra gli ulivi del centro della Sicilia. Ora il sindaco di Racalmuto, Luigi Restivo, lancia l'allarme: "Meta costante di curiosi e intellettuali, in quella casa lo scrittore si ritirava per scrivere i suoi libri. La villetta è rimasta agli eredi di Sciascia che quando è stato reso noto il progetto mi hanno espresso il loro dispiacere".

La vicinanza del 'rifugio' di Sciascia, la conformazione collinare del territorio e la solida presenza di un'economia rurale e imprenditoriale, secondo il sindaco, che ha affidato le proprie perplessità ad una lettera pubblicata stamane da La Sicilia, "dovrebbero consigliare maggiore prudenza nel realizzare un'opera che rischia di danneggiare il paesaggio e il tessuto produttivo locale".

Nei prossimi giorni il progetto di massima sarà esaminato dal Consiglio comunale convocato in seduta straordinaria. "In quella sede vedremo cosa fare - conclude il sindaco - Spero che questo problema venga affrontato con la massima serietà da parte di tutti".

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 giugno 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia