Un 'Postino' a Salina

Nello Smeraldo del Mediterraneo, dove fu girato l'ultimo film di Massimo Troisi

14 luglio 2017
un-postino-a-salina

Immersa nelle acque trasparenti del Mediterraneo, tra due montagne ricche di una vegetazione lussureggiante, tra distese di vigneti e di capperi fioriti, tra limoneti e aranceti, Salina è considerata il giardino delle Eolie. Sembra sia stata una delle prime isolette dell'arcipelago ad emergere dal mare e qui si possono ammirare i resti di almeno sei coni vulcanici ormai inattivi e smembrati dall'erosione. Un autentico paradiso naturale pieno di verde e di sorgenti d'acqua, di panorami mozzafiato che si aprono dalle cime più alte sul resto dell'arcipelago e su tutta la Sicilia. Proprio in questo paradiso l'attore napoletano Massimo Troisi, nel 1994, girò il suo ultimo film 'Il Postino', tratto liberamente dal romanzo di Antonio Skármeta pubblicato nel 1986 e intitolato 'El cartero de Neruda' da cui deriva il titolo in lingua italiana. Il film rappresenta una sorta di testamento spirituale di Massimo Troisi, che purtroppo venne a mancare proprio il giorno dopo la fine delle riprese.

Il Postino ha avuto un grande successo di critica e di pubblico aggiudicandosi nel 1996 cinque nomination all'Oscar per miglior film, miglior regia, migliore attore protagonista, migliore sceneggiatura e migliore colonna sonora. Riceverà l'ambita statuetta solo per la migliore colonna sonora di Luis Bacalov.
L’ambientazione, che tanto ha contribuito al successo del film, ha per protagoniste due isole italiane dal singolare fascino: Procida e Salina appunto. Il postino ha potuto avvalersi di un set d'eccezione, fungendo da palcoscenico d’addio dell’indimenticato Troisi e il successo internazionale conseguito dalla pellicola ha diffuso nel mondo la magica percezione di una terra lambita dal mare, rifugio di sogni e di desiderio di libertà.

Le tappe del nostro itinerario

TappaSanta Marina


Ph. di Pol Ferre i Samon - CC BY 3.0

Salina ha tre comuni: Santa Marina, Malfa e Leni, che comprendono sei centri abitati. Santa Marina, situata nella costa orientale, alle falde del Monte Fossa delle Felci, è un centro agricolo e turistico. Ha una frazione in direzione sud: Lingua, la località sede del laghetto naturale, che costituiva un tempo il piano di evaporazione delle saline, ormai in disuso. Il comune di Leni, sulla costa meridionale, si estende su una collina litoranea fra due vulcani (Monte dei Porri e Fossa delle Felci). Frazione di Leni è Rinella, caratterizzata da un vecchio borgo di pescatori e da grotte scavate nella roccia, abitate anticamente. A Santa Marina ed a Rinella sono ubicati i due porti nei quali attraccano navi ed aliscafi.

TappaMalfa


Ph. di Ghost-in-the-Shell, CC BY 2.0

Alle pendici del vulcano Monte Fossa delle Felci (962 m), in una zona collinare litoranea, sorge il comune di Malfa, il maggior centro di produzione del vino Malvasia. Splendide le sue spiagge, tra cui quella di Punta Scario, caratterizzata dai grossi ciottoli e dagli antichi ruderi che un tempo erano magazzini di pescatori. Vicino al paese si trova il cratere di Pollara, con le sue pomici bianche, mentre il centro abitato della frazione di Pollara è costituito da poche case all'interno di quello che, un tempo remoto, era un cratere. Metà del cratere anticamente è sprofondato in mare, lasciando emerso solo un faraglione che guarda frontalmente una splendida spiaggia di sabbia dorata. L'ambiente di Pollara, isolato e tranquillo, offre grandi spettacoli della natura come 'Il Perciato', un arco di pietra immenso visibile proprio dalla zona de 'Le Balate' e 'Il Filo di Branda', lo strapiombo più alto dell'isola.

TappaSpiaggia di Pollara

La spiaggia de 'le Balate' è raggiungibile solo tramite una scalinata di pietre e presenta un paesaggio così affascinante dal punto di vista naturalistico che gli ha consentito di essere scelto come set del film 'Il Postino'. La spiaggia di Pollara, anch'essa luogo del set, è prevalentemente sassosa e di scarsa larghezza, chiusa da una parete a strapiombo che la rende una delle più belle delle Eolie. La visione di tutto ciò è di una suggestione garantita, assieme a quella del tramonto, riconosciuto come uno dei più belli del mondo. Sempre a Pollara è possibile vedere, a distanza, la casa del famoso poeta Neruda, oggi affittata ai turisti. Grazie a questo bellissimo film, che è anche l'ultimo di Massimo Troisi, Salina è diventata famosa in tutto il mondo.

TappaPunta Perciato

Noleggiando una barca è possibile fare il periplo dell'isola e ammirare molte pareti rocciose, spiagge e centri abitati con le tipiche abitazioni bianche. Partendo da Santa Marina e proseguendo verso nord si possono ammirare le coste e gli scogli a picco sul mare che mettono in luce la natura vulcanica dell'isola. Tra questi lo Scoglio Calcato, Capo Faro e Torricella, zone rocciose particolarmente ripide a picco sul mare, Punta Perciato un suggestivo arco di roccia vulcanica e il Faraglione di Pollara, resto del cratere sprofondato in mare. La zona inoltre, è ricca di tante grotte naturali che possono essere visitate. Gli appassionati di immersioni trovano nell'isola il luogo ideale per esplorare dei fondali di incomparabile bellezza come la Secca di Pollara e la Secca del Caponella, con grandi rocce ed una grande varietà di pesci di grosse dimensioni.

TappaLaghetto salato di Lingua

Una rete stradale all'interno dell'isola collega i tre comuni principali. Percorrendola si possono effettuare splendide passeggiate panoramiche ed itinerari immersi nella natura. A sud di Santa Marina, ad esempio si trova il grazioso laghetto salato di Lingua, separato dal mare da una sottile lingua di terra, che un tempo era utilizzato come salina. Proseguendo si può raggiungere Monte Fossa delle Felci, alla cui cima si arriva passando da sentieri immersi nell'incanto di una macchia mediterranea ricca di castagni, felci e pioppi. Tornando indietro a S. Marina e dirigendosi a settentrione, seguendo un sentiero sulla costa, si arriva alla frazione di Malfa. Da qui in poi la strada si biforca: la prima diramazione arriva al paesino di Pollara, con la sua splendida spiaggia. La seconda porta invece, al Santuario della Madonna del Terzito a Valdichiesa, una frazione che si trova in un punto molto bello dell'isola vicino alla riserva naturale del Monte dei Porri.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia