Le spiagge del Trapanese

Dagli arenili di sabbia dorata e sottile alle calette incontaminate

06 luglio 2017
le-spiagge-del-trapanese

Adagiata su un promontorio lambito da tutti i lati dal mare, sorge Trapani, definita la città tra i due mari proprio perché a nord è bagnata dal Mar Tirreno e a sud dal Mediterraneo. Il rapporto tra la città e il mare è molto antico tanto che, ancora oggi, l'intera sua economia ruota attorno al mare e al porto, che è l'autentico cuore pulsante del capoluogo. Sole, mare pulito e sabbia sottile si possono trovare nelle spiagge affollate di Trapani e provincia, arenili dalla sconvolgente bellezza, meta ogni anno di numerosi turisti. Per chi ama la tranquillità ci sono poi tutta una serie di spiagge rocciose o calette poco frequentate. Da San Vito Lo Capo a Scopello, dalla Riserva dello Zingaro alle spiagge delle Isole Egadi e a quelle di Pantelleria, il nostro itinerario vi condurrà in autentici paradisi naturali, luoghi dove la natura spesso regna incontaminata e il mare e il sole sono i veri protagonisti.

Le tappe del nostro itinerario

TappaSpiaggia di San Giuliano

Spiagge di Trapani - La città dei due mari, ospita splendide spiagge sabbiose o coperte da ciottoli. La spiaggia di San Giuliano, si estende a partire quasi dal centro storico ed interessa tutto il litorale, per due chilometri di costa, sino a giungere in territorio ericino (Erice Beach). Coperta da una sabbia sottile e chiara, la spiaggia si specchia nelle acque turchine e trasparenti del mare trapanese.
A questa seguono piccole e deliziose baie che attraversano le località di 
PizzolungoBonagiaLido Valderice fino ad arrivare al Golfo di Cornino e alla Riserva Naturale di Monte Cofano.

TappaSpiaggia di Torre Ligny

All’estremità della città, dove il Mar Tirreno si trasforma in Canale di Sicilia, c'è la spiaggia di Torre Ligny, piccola ma molto suggestiva, incastonata tra Torre Ligny e la chiesa di San Liberale. Un'altra spiaggia è quella di Marausa, sabbiosa, pulita e con fondali molto bassi, adatti ai bambini. A pochi minuti da Trapani si trova invece, la spiaggia di San Teodoro, con i suoi isolotti raggiungibili a piedi quando c'è bassa marea. Tra questi ricordiamo Mothya che, a parte spiaggia e mare, offre la possibilità di visitare un interessante sito archeologico.

TappaSpiagge delle Egadi

Nel paradiso naturale delle Egadi è possibile fare il bagno in tutta tranquillità in spiagge bellissime e poco affollate. Le Isole Egadi assicurano uno spettacolo di ineguagliabile bellezza con scogli, spiagge, baie rocciose, acqua trasparente e incontaminata. Dal 1992 l'area è stata dichiarata riserva naturale, quindi qui si può fare il bagno senza il fastidio di navi da pesca o di grandi imbarcazioni turistiche.

TappaPantelleria

La figlia del vento - Si trova sul Canale di Sicilia, a circa 110 km dalla costa italiana e a 70 da quella tunisina. Le prime popolazioni arabe che la abitarono la chiamarono 'Bent-el Rhia', la 'Figlia del vento' perchè è percorsa in lungo e in largo da venti che contribuiscono a rendere il clima più mite. Si tratta di un luogo incantato, aspro e selvaggio dove il verde rigoglioso delle viti e degli ulivi si perde nel blu cobalto del mare. Con le sue rocce nere di origine vulcanica, le distese boschive, le calette protette da strapiombi quasi inaccessibili, le sorgenti termali e le grotte, l'isola è il luogo ideale per una vacanza tranquilla al mare.

TappaSan Vito Lo Capo

San Vito Lo Capo è un antico borgo marinaro, sviluppatosi intorno al XVI secolo, caratterizzato da basse case bianche, da strade adornate con fioriere multicolori, rampicanti di buganville e gelsomini. Si trova a circa 40 chilometri da Trapani, alle falde del monte Monaco, tra il Golfo di Macari, la Riserva dello Zingaro e il Golfo di Castellammare. San Vito si affaccia su uno splendido arenile di sabbia dorata e impalpabile e su un mare turchino, che gli hanno fatto guadagnare, nel 2011, il titolo di migliore spiaggia italiana e ottava in Europa. La cittadina è infatti, uno dei più importanti poli turistici estivi della Sicilia. Chi invece, vuol godere del mare trasparente in tutta tranquillità può fare il bagno tra gli scogli, appena fuori paese.

TappaRiserva dello Zingaro

Fra San Vito lo Capo e Scopello, lungo la costa che gli antichi greci e latini chiamavano 'Cetaria' per l'abbondanza di tonni, si estende la Riserva Naturale dello Zingaro, una delle più famose in Italia. Uno straordinario paesaggio naturale nel quale si aprono sette meravigliose baie, pavimentate da ciottoli bianchi, che si specchiano in un mare che conosce tutte le sfumature che vanno dal verde smeraldo al blu cobalto. Scogli appuntiti separano queste calette, a volte alti sull'acqua trasparente, altre volte digradanti dolcemente.

TappaScopello

A pochi passi dalla Riserva dello Zingaro, nel comune di Castellamare del Golfo, si trova Scopello un piccolo borgo che si sviluppò intorno ad un baglio e ad una tonnara. Fino a qualche decennio fa qui infatti, si praticava la pesca del tonno. Oggi tonnara e faraglioni costituiscono un unicum di incomparabile bellezza, utilizzato anche per diverse produzioni cinematografiche. Proprio i faraglioni sono la particolarità di Scopello perchè delimitano il mare incontaminato dando la sensazione di trovarsi in un piccolo golfo.

TappaSpiagge di Marsala

La spiaggia Punta Tramontana è situata nella località omonima che costituisce la delimitazione a nord dello stagnone di Marsala, area naturalistica protetta di oltre 20.000 metri quadri. Si tratta di una spiaggia di sabbia chiara bagnata da un bel mare turchese e trasparente.

TappaLa spiaggia di Mazara del Vallo

Dato che si affaccia totalmente sul mare, ci sono diversi posti dove si può fare il bagno o prendere la tintarella, dall'affollato lido di tonnarella al tranquillo quarara. A circa 4 chilometri da Mazara si trova la spiaggia di tonnarella, una distesa sabbiosa lunga circa 8 chilometri, con mare cristallino, sabbia bianca, diverse strutture balneari e spiaggia libera che per fortuna copre ancora i due terzi del totale della sua lunghezza.
Subito dopo la
 'Bocca Arena' ('a vucca), inizia quarara, che è il tratto roccioso che si estende fino ad oltre il comune di Mazara arrivando a Campobello di Mazara. 15 chilometri di costa rocciosa dove è possibile fare il bagno in tranquillità e trovare strutture molto ben organizzate e carine.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia